Come sfruttare la business intelligence nel campo dell'energia

Un insieme di processi che consente di raccogliere dati e analizzare le informazioni strategiche: è quello a cui ci si riferisce quando si parla di Business Intelligence. Si tratta della capacità da parte di un’azienda di utilizzare i dati in proprio possesso per prendere le decisioni migliori, portare avanti il proprio business in modo sensato ed implementare processi aziendali più efficienti.

Se applicato al campo dell’energia tutto questo si traduce in un vantaggio competitivo, che consente di ridurre il tempo e gli sforzi necessari per acquisire, integrare, distribuire, esaminare e rispondere ai dati raccolti.

Il costo dell’energia

I costi per l’energia, in modo particolare oggi, rappresentano una delle voci più onerose del bilancio di ogni edificio e di ogni impresa. L’eterogeneità delle componenti di costo della materia energia e del trasporto, i sistemi di fatturazione non omogenei dal punto di vista della “competenza temporale” e a livello di formato, rendono la rendicontazione contabile, il controllo di gestione e l’analisi previsionale sempre più complesse. Inoltre, la grande mole di dati disponibili necessita di essere attentamente filtrata e analizzata perché sia possibile trarne delle informazioni utili.

Il bilancio aziendale può facilmente risentire dei cambiamenti tariffari e dell’incapacità di prevedere eventuali conguagli a seguito di maggiori consumi. La Business Intelligence, da questo punto di vista, rappresenta uno strumento fondamentale non solo per contenere i costi, ma soprattutto per ottimizzare i consumi ed eliminare gli sprechi.

I vantaggi della BI nel campo dell’energia

Attraverso l’applicazione della Business Intelligence al campo dell’energia si possono ottenere diversi vantaggi:

  • Dati più precisi sui consumi
  • Identificazione e riduzione delle inefficienze e degli sprechi
  • Gestione ottimizzata degli impianti
  • Riduzione dei consumi

Attraverso l’utilizzo delle tecnologie IoT e dell’intelligenza artificiale, tramite modelli basati su machine learning (ovvero sulla capacità delle macchine e dei sistemi digitali di apprendere e migliorare le performance in base ai dati che osservano), è possibile ottimizzare la gestione dei macchinari e i consumi energetici.

L’obiettivo della Business Intelligence in ambito energia deve quindi essere quello di realizzare un sistema di gestione intelligente, automatica e dinamica degli impianti energivori, tramite l’elaborazione dei dati con algoritmi di machine learning. In questo modo è possibile ridurre i consumi e rendere gli impianti “attivi”, cioè in grado di sfruttare la potenza disponibile e scambiarla, in forma aggregata, direttamente con il sistema elettrico nazionale.

Gli strumenti per la Business Intelligence dell’energia

Oggi sono disponibili piattaforme IoT in cloud che grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale sono in grado di abilitare il monitoraggio dei parametri energetici e ambientali, il controllo, la regolazione e la gestione delle tecnologie di un edificio o di un’azienda.
Questo significa poter attuare politiche di efficientamento e ottimizzazione del comfort e delle performance energetiche in modo:
  • Dinamico, perché fatto in tempo reale tramite telecontrollo da remoto
  • Efficiente, perché legato alle variazioni ambientali e operative dell’impianto
  • Intelligente, perché comandato da algoritmi che apprendono in autonomia il migliore setup
  • Economicamente vantaggioso, perché in grado di far funzionare gli impianti in risposta ai segnali di prezzo provenienti dai mercati dell’energia e dei servizi
  • Attivo, perché in grado di sfruttare la potenza disponibile degli impianti (flessibilità) e offrire, in forma aggregata, un contributo alla regolazione della rete elettrica, ricevendo una remunerazione
Risulta quindi evidente il motivo per il quale migliore è la gestione dei dati, maggiori sono i vantaggi che si possono ottenere dalla Business Intelligence nel campo dell’energia.

 

Scopri le soluzioni digitali per migliorare l’efficienza energetica nel Real Estate

Scarica White Paper

 

New call-to-action

Articoli recenti