I consumi nella grande distribuzione organizzata

La transizione tecnologica e la trasformazione digitale stanno interessando diversi settori economici e imprese di tutte le dimensioni. Anche il settore GDO non può esimersi da questo cambiamento e investire in interventi di efficienza energetica è un fattore estremamente importante, dato che la grande distribuzione è responsabile di circa il 4% del totale dei consumi di energia elettrica nazionale.

I consumi legati alla grande distribuzione organizzata sono per la maggior parte legati alla sfera alimentare e più dell’80% dei consumi si verifica nelle ore di punta dei giorni della settimana (tra lunedì e venerdì) e nelle fasce pre serali del weekend.

I consumi energetici elevati della GDO sono dati innanzitutto dalla gestione dei banchi frigo, ma anche dai reparti di lavorazione interni (forneria, cucina/gastronomia, macelleria, pescheria…), dall'illuminazione interna ed esterna della struttura insieme a quella delle aree di vendita e dei magazzini e dai servizi di condizionamento (raffrescamento e riscaldamento). Tutti questi fattori sono vitali per lo svolgimento delle regolari attività dell’azienda così come sono  essenziali per garantire una customer experience positiva per i clienti e un ambiente di lavoro ottimale per i dipendenti.

Gestione del freddo alimentare e climatizzazione

La refrigerazione di prodotti freschi e congelati è essenziale per garantirne la qualità e comporta di conseguenza consumi energetici elevati. I banchi frigo rappresentano fino al 50% del consumo energetico totale della GDO.

Ci sono diverse soluzioni che possono aiutare a ridurre il consumo energetico dei sistemi di condizionamento, raffreddamento e refrigerazione della GDO. Tra questi troviamo l’attuazione di misure per migliorare l’efficienza energetica delle macchine che compongono il sistema, così come il monitoraggio del consumo dei punti vendita.

Una soluzione altamente efficiente è anche quella di integrare i sistemi di climatizzazione con quelli di refrigerazione, che permette, con sistema di recupero, di utilizzare il calore delle celle frigorifere e dei banchi refrigerati per il riscaldamento dell’ambiente.

Uno dei fattori più importanti da prendere in considerazione quando si parla di implementare misure di risparmio energetico è il monitoraggio continuo dei consumi in modo da riuscire ad individuare i reparti che consumano maggiormente e capire in quali orari sono più energivori, in modo da agire su di essi. È possibile fare ciò raccogliendo i dati relativi al funzionamento degli impianti di climatizzazione, ai consumi energetici e alle condizioni di temperatura ed umidità e di qualità dell’aria all’interno della struttura.

Con il supporto di questi sistemi, che si avvalgono dell’implementazione di algoritmi di intelligenza artificiale è possibile:

  • Regolare in maniera dinamica i setpoint di temperatura in ambiente per le varie zone dell’edificio

  • Controllare la concentrazione di CO2 in ambiente 

  • Rilevare, attraverso l’anomaly detection, i picchi di potenza e stabilire accensioni e spegnimenti degli impianti al di fuori degli orari schedulati

Nel caso di aziende multisito questi sistemi permettono di avere un quadro il più completo e dettagliato possibile sui consumi delle diverse strutture individuando in maniera rapida ed efficace gli sprechi energetici di ogni singolo sito.

Illuminazione

La soluzione più immediata ed efficace per cominciare a ridurre i consumi è quello di sostituire le lampade esistenti con lampade a LED, fonti luminose ad alta efficienza energetica che fanno risparmiare sui costi della luce rispetto alle normali lampadine a incandescenza. Si tratta di un intervento veloce e vantaggioso perché non richiede il rifacimento dell’impianto elettrico della struttura. 

Tenendo a mente l’importanza della customer experience, le lampadine a led rappresentano anche una scelta strategica in quanto una corretta illuminazione valorizza i prodotti in esposizione e può dunque influenzare l’esperienza d’acquisto dei clienti. 

Un’altra alternativa per ridurre i consumi consiste in un intervento di installazione di impianti fotovoltaici. Si tratta di una soluzione che incentiva la produzione di energia da fonti rinnovabili che permette sia un risparmio energetico che economico. Le istituzioni hanno previsto misure a sostegno delle aziende prevedendo incentivi per il fotovoltaico che si vanno ad aggiungere ai benefici fiscali già esistenti.

L'importanza dell'efficienza energetica

L'efficienza energetica è un argomento a cui la grande distribuzione presta molta attenzione, in quanto si traduce direttamente in risparmio economico che permette investimenti su altri fronti e aumenta di conseguenza la competitività dell’azienda sul mercato, ma ha sicuramente anche un forte impatto anche a livello ambientale

Un audit energetico aziendale può essere molto efficace per sensibilizzare le imprese a monitorare i loro consumi, oltre a spingerle a esplorare e studiare misure per ridurre al minimo lo spreco energetico. Grazie alla diagnosi energetica sarà possibile definire il  bilancio energetico, individuare interventi di riqualificazione, valutare opportunità tecniche ed economiche, migliorare le condizioni di comfort e sicurezza e ridurre le spese di gestione.

Evogy ti guida nel percorso dell’efficientamento energetico con soluzioni adatte per ogni necessità.

 

Scopri i nostri maggiori casi di successo

Scarica Case Study

 

New call-to-action

Articoli recenti