Efficienza energetica: obbligo o opportunità per le aziende?

Per acquisire piena consapevolezza dell’andamento dei consumi di energia e individuare le aree in cui si possono effettuare interventi mirati a una maggiore efficienza o a un minor consumo, è necessario procedere a una diagnosi energetica o audit energetico.

Tale audit è obbligatorio per alcune tipologie di aziende, ma può essere richiesto da qualsiasi struttura, pubblica o privata, di qualsiasi dimensione. Al di là degli obblighi, infatti, la diagnosi energetica rappresenta una straordinaria opportunità in un’ottica di efficientamento degli impianti e quindi di risparmio.

L’audit energetico: cos’è e chi deve farlo

L’audit energetico è un documento che racchiude al suo interno i dati relativi a tutti i processi che incidono sui costi energetici. Per usare le parole del Dlgs 141/2016, di integrazione del Dlgs 102/2014, all’art .2 lettera b, si tratta di una “procedura sistematica finalizzata ad ottenere un’adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio o gruppo di edifici, di una attività o impianto industriale o commerciale o di servizi pubblici o privati, a individuare e quantificare le opportunità di risparmio energetico sotto il profilo costi e benefici e a riferire in merito ai risultati”.

Tale documento può essere redatto dalle Energy Service Company (ESCo), certificate secondo UNI CEI 11352 oppure dagli Esperti in Gestione dell’Energia (EGE) certificati in conformità con la UNI CEI 11339.

Alcune categorie di imprese sono tenute per legge ad effettuarlo. Si tratta in particolare di:

  • Imprese con più di 250 dipendenti e fatturato annuo superiori ai 50 milioni e bilancio annuo maggiore di 43 milioni ripetuto per due esercizi consecutivi;
  • Imprese energivore, ovvero quelle che consumano in 1 anno 2,4 GWh di energia elettrica o di altre energie, le cui spese energetiche siano maggiori del 3% del fatturato.

Un’opportunità per tutte le aziende

Rivolgendosi a provider qualificati e specializzati, ogni azienda può pianificare e implementare misure efficaci di efficienza energetica. Il primo passo da fare sarà raccogliere tutte le informazioni necessarie a valutare il proprio livello di efficienza energetica, valutando non solo i consumi ma anche altri elementi, quali per esempio:

  • Quanto è stato investito finora in interventi di efficientamento energetico;
  • Quanto l’azienda è “pronta” per la rivoluzione digitale e la transizione energetica.

Solo dopo aver raccolto i dati relativi ai processi e ai consumi, infatti, è possibile identificare le aree di miglioramento e sviluppare strategie di efficientamento energetico che aiutino a raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni e dei consumi e quindi a risparmiare in bolletta.

La certificazione ISO 50001: perché conviene farla

L’audit energetico può essere effettuato per rispondere all’obbligo di misurazione continua per i soggetti indicati dal DLgs 102/14 ma può anche essere finalizzato all’ottenimento della certificazione ISO 5001 “Sistemi di gestione dell’energia – Requisiti e linee guida per l’uso”.

Si tratta della norma che specifica come organizzare sistemi e processi finalizzati al miglioramento continuo dell’efficienza energetica con gli obiettivi primari di portare alle aziende benefici economici derivanti dal minore consumo energetico e alla collettività la riduzione delle emissioni di gas serra.

Le aziende dotate di certificazione ISO 50001, inoltre, godono degli incentivi offerti tramite i certificati bianchi, ovvero i titoli negoziabili che certificano il conseguimento di risparmi negli usi finali di energia attraverso interventi e progetti di incremento dell'efficienza energetica.

Altri benefici derivanti dalla certificazione ISO 50001 sono:

  • Riduzione delle emissioni di CO2 e quindi dell’impatto ambientale;
  • Gestione intelligente e più efficiente dell'energia;
  • Migliore brand reputation, grazie ad attività di comunicazione della propria certificazione;
  • Maggiore credibilità verso soggetti istituzionali, economici e sociali;
  • Forte riduzione dei costi
Ecco quindi che l’audit energetico finalizzato all’efficientamento rappresenta per le aziende una grandissima opportunità, al di là di qualsiasi obbligo normativo.

 

Scopri le soluzioni digitali per migliorare l’efficienza energetica nel Real Estate

Scarica White Paper

 

New call-to-action

Articoli recenti